ABARTH Simca – Lo stregone Abarth

Lo stregone Abarth

Allenatore-costruttore di grande talento, Carlo Abarth ha, per la maggior parte, legato il suo destino alla Fiat.

Se Fiat e Simca sono legate da una lunga storia comune dalla creazione del marchio francese nel 1935, i primi contatti tra Carlo Abarth e la ditta Nanterre sono sotto gli auspici di Rudy Hruska, un ingegnere austriaco entrato al servizio di Pigozzi, il capo della Simca, che Abarth aveva incontrato alla Cisitalia. Collaborando con lo Scorpion, Pigozzi cerca di sfruttare la ricaduta pubblicitaria delle vittorie. Abarth in concorrenza e di cui beneficia l’intera gamma Fiat.

Carlo Abarth al fianco dell'Abarth Simca 1300
Carlo Abarth a fianco dell’Abarth Simca 1300 D.R
Abarth Simca 1300
Abarth Simca 1300 D.R

Nasce così l’Abarth Simca 1300 svelata al Salone di Ginevra del 1962. La collaborazione tra Simca e Abarth è più promozionale che reale, e se l’auto utilizza pochi elementi meccanici adattati dalla Simca 1000 (cambio, sterzo, sospensioni), il motore è un prodotto puro Abarth. Si tratta di un nuovo monoblocco di 1288 cm3 con camere di combustione emisferiche e due alberi a camme in testa, che, alimentato da due carburatori Weber 45 doppia canna, sviluppa 125 CV a 7200 giri. Molto bella, l’Abarth Simca ha un design simile a quello della Fiat Abarth Bialbero, ma il passo è stato allungato di nove centimetri (2,09 metri). Il suo peso piuma di 630 chili (scocca in alluminio) gli permette di raggiungere i 230 km / h. La frenata è affidata, va da sé, a quattro dischi.

Progettata per correre, l’Abarth Simca 1300 fu subito iscritta alla 24 Ore di Le Mans del 1962: Carlo Abarth non aveva mai messo insieme una squadra così forte per l’evento di Le Mans: tre Fiat Abarth 700 Bialbero e quattro Abarth Simca 1300 guidate da famosi Piloti francesi degli anni Sessanta come Henri Oreiller, de Lageneste e Rolland. Ma l’unica delle sette Abarth da completare è la Simca di Dubois e Harris. Il resto della stagione sarà più felice con le vittorie a Charade, 1000 Chilometri di Parigi e Vallelunga. Viene inoltre sviluppato un vassoio a telaio tubolare. Chiamata Abarth Simca Sport, ha ricevuto un 1456 cm3 derivato dal motore 1300.

Leggi Anche...  Voi non la guidavate meglio, la GTi: Citroen AX in pista chiude curve manco fosse una Abarth e non ribalta [video] - News
Il motore dell'Abarth Simca 1300
Il motore dell’Abarth Simca 1300 D.R
Abarth Simca 1300
Abarth Simca 1300 D.R

Fu sviluppata una versione 1600 dell’Abarth Simca, che ricevette un nuovo motore equipaggiato, a differenza del 1300, con doppia accensione e albero motore a cinque cuscinetti. Sviluppa 155 CV a 7400 giri / min. Ma questa vettura non ha futuro, nessuna classe 1600 cm3 esistente nel Campionato Gran Turismo. Rappresenta un passo tecnico verso l’Abarth Simca 2000, presentato al Salone di Ginevra del 1963. Estrapolato dalla 1600, il suo quattro cilindri da 1946 cm3 con due alberi a camme in testa offre 177 CV a 6800 giri / min, portando l’auto a 240 km / h. Come sulla 1300, la lubrificazione avviene a carter secco. Per quanto riguarda la trasmissione, abbiamo la scelta tra il cambio Simca a quattro marce o il cambio Abarth a sei marce (derivato dal precedente). La stessa opzione esiste sul 1300, ancora costruito. La frizione (monodisco a secco) è un po ‘complicata, mentre il motore è molto sensibile ai fuorigiri (la tradizionale fragilità dei motori Abarth).

Abarth Simca 2 litri
Abarth Simca 2 litri D.R
Abarth Simca 2 litri
Abarth Simca 2 litri D.R

La carrozzeria dell’Abarth Simca 2000 è notevolmente modificata. La poppa è allungata per fini aerodinamici, per dare maggiore deportanza all’asse posteriore. Allo stesso tempo, una griglia che favorisce la ventilazione del motore consente di chiudere il cofano, a differenza di tutte le berlinette da corsa Abarth, che fino ad allora dovevano evolversi con il cofano semiaperto. Dotata di uno sterzo preciso e di una frenata efficiente (quattro dischi), la vettura mostra una leggera tendenza al sottosterzo nonostante il grande motore posto in sbalzo.

Leggi Anche...  Renault e il cinema, una storia ultracentenaria

Nel 1964, una variante più avanzata, la 2000 Corsa, entrò nel Campionato Gran Turismo e nel Campionato Europeo della Montagna. Dotata di due carburatori Weber 58 a doppia barile, invece dei 45 della versione da 177 CV, la vettura presenta tra i 185 CV e i 204 CV a seconda del livello di preparazione (oltre 250 km / h). Sono state aggiunte tre prese d’aria frontali, una molto ampia al centro dell’arco per il radiatore dell’olio e due laterali per il raffreddamento dei dischi.

Abarth Simca 2000
Abarth Simca 2000 D.R
Abarth Simca 2000 Corsa, 1964
Abarth Simca 2000 Corsa, 1964 D.R

L’Abarth Simca 1300 farà un bel raccolto di vittorie di classe – gli unici allori possibili per la sua capacità. Tra le gare più famose della sua lista citiamo la 12 Ore di Sebring del 1963 (guidata in particolare da Jean Guichet e Pierre Noblet) e nel 1964 i 1000 Chilometri del Nürburgring del 1964 (Hans Hermann) e il 1965, la 3 Ore de Daytona (1963), la Coupe de Paris (nel 1964 con Claude Ballot Lena), così come Imola (Herbert Demetz) e la Targa Florio nel 1965.

Abarth Simca alla 12 Ore di Sebring, 1963
Abarth Simca alla 12 Ore di Sebring, 1963 D.R
Abarth Simca 1300 1000 km dal Nürburgring, 1965.
Abarth Simca 1300 1000 km dal Nürburgring, 1965. D.R

Ai successi di classe ottenuti in particolare a Friburgo-Schauinsland e alla Coupe de Paris (Franco Patria), l’Abarth Simca 2000 aggiungerà diverse vittorie gratta e vinci nel 1964, tra cui Enna (Hans Hermann) e la gara della Mendola (Herbert Demetz). In totale, la stagione 1964 porterà le Abarth Simca 1300 e 2000 non meno di 177 vittorie di classe nei grandi eventi e soprattutto molteplici successi in salita (più adatte data la loro brevità). L’anno successivo Hans Hermann sarà vicecampione di Europa della montagna su 2000.

Leggi Anche...  Nuova Fiat Tipo Abarth 2020, novità sull'arrivo?

Questo record avrebbe potuto essere molto più lusinghiero se l’Abarth Simca non fosse stata colpita da ricorrenti guasti al cambio (dalla Simca 1000). Mal sopportando le alte temperature, questa trasmissione era il loro tallone d’Achille, impedendo loro di sfruttare appieno il loro potenziale.

Abarth Simca 1300 alla Targa Florio, 1965
Abarth Simca 1300 alla Targa Florio, 1965 D.R
ABARTH
D.R

Fonte dell’articolo

ALFA ROMEO Giulietta Sprint Zagato –

P. Garcia Gérard Breton appartiene a una famiglia di Alfisti convinti. Il padre e i fratelli condividono con lui Leggi di più...

Festeggiamo i 40 anni di Fiat Panda

Uno sguardo ai 40 anni della Fiat Panda e alla sua evoluzione.

ritrovata una collezione di 300 auto da togliere il fiato

parliamo di circa 300 modelli, fra cui una Ferrari 250 GTO, una Lamborghini LM002, una Oldsmobile Aurora GTS-1. E ancora

Questa replica della leggendaria Porsche 935 K3 brandizzata Apple costa 499.000$

Fan delle Porsche e della Apple? C'è una buona notizia, sempre che abbiate 499.000$ messi da parte. È possibile acquistare Leggi di più...

Dalla Logan alla Spring: la storia di Dacia

Passiamo in rassegna le chiavi dei modelli più venduti come Logan, Sandero e Duster e guardiamo al futuro con la Leggi di più...

L'Aston Martin più cool di sempre?

Questa Vantage non ha assolutamente nulla a che fare con l'attuale Aston Martin. E per inciso fu l'auto più potente Leggi di più...

Fiat Dino Coup 1968: test classico

Questa vettura sportiva è stata costruita dalla Fiat su richiesta di Enzo Ferrari. Ma questo non è l'unico legame che Leggi di più...

Alfa Romeo Duetto, la storia della spider italiana

La sesta puntata delle Storie Alfa Romeo è dedicata alla Duetto, dalla tecnica di Giulia al fascino di Giulietta Spider. Leggi di più...

Leggi Anche...

Festeggiamo i 40 anni di Fiat Panda

Uno sguardo ai 40 anni della Fiat Panda e alla sua evoluzione.

ritrovata una collezione di 300 auto da togliere il fiato

parliamo di circa 300 modelli, fra cui una Ferrari 250 GTO, una Lamborghini LM002, una Oldsmobile Aurora GTS-1. E ancora

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x