Renault Clio 5: i suoi potenziali concorrenti

 

L’egemonia della Clio 4 sta volgendo al termine. Non perché un modello attualmente sul mercato ne minacci la corona (a fine gennaio la city car con il diamante era già più di 1.000 unità davanti alla Peugeot 208) ma perché la 5a generazione inizierà la sua carriera alla fine del l’anno, sulla scia della sua presentazione al Mondial de l’Automobile. Questo segnerà una svolta nella storia della linea, soprattutto grazie a un sistema di guida semi-autonomo, ma non dovrebbe essere intoccabile per tutto ciò. Tanto più che la concorrenza ha (o avrà) anche vantaggi da far valere.

Peugeot 208 2

Peugeot 208 2

Peugeot FractalCredito fotografico – Peugeot

Certo, quella che preoccuperà di più la Clio dovrebbe rimanere la 208, ma non con l’attuale generazione. Per quanto riguarda la sua rivale di diamanti, la city car di Sochaux si avvicina al suo rinnovamento. Inoltre, non è impossibile scoprire la 208 2 al Mondial de l’Automobile, quindi contemporaneamente alla Clio 5. Le informazioni su questa seconda generazione sono molto scarse per il momento, ma lo sappiamo già che Peugeot sta lavorando su una piattaforma in grado di ospitare un motore elettrico. Se il produttore dovesse arrivare alla fine del processo, ciò costituirebbe un vantaggio significativo nei confronti della Clio 5 che dovrebbe da parte sua essere limitata all’ibrido. Dal punto di vista dell’aspetto, aspettatevi che la 208 2 prenda alcune linee del concetto Fractal illustrato sopra, sufficienti per far guadagnare muscoli al leone della city car.

Leggi Anche...  Peugeot 508: confronto con la concorrenza

Citroën C3

Citroën C3

Citroën C3 AircrossCredito fotografico – Autonews.fr

Restiamo al PSA con l’attuale Citroën C3. Non riuscendo a proporre tecnologie semiautonome come la Clio 5 o un motore elettrico come la 208 2, la city car con i travetti può contare soprattutto su un listino che dovrebbe rimanere più aggressivo delle sue due compagne. Infatti, nonostante la sua freschezza, la C3 (da 12.950 euro) mostra un primo prezzo inferiore rispetto a quelli delle attuali Clio (14.100 euro) e 208 (13.450 euro). Questo vale anche per la versione avventuriera C3 Aircross, qui raffigurata, disponibile a partire da 15.950 euro contro 17.400 euro per la Renault Captur e 18.650 euro per la Peugeot 2008.

Volkswagen Polo

Volkswagen Polo

Volkswagen PoloCredito fotografico – Autonews.fr

Nuova per le city car, la Volkswagen Polo guarda quasi al segmento superiore a causa dei suoi vantaggi. Con i suoi 4,05 m di lunghezza e soprattutto la sua lunga lista di equipaggiamenti, la Polo è infatti simile alla Golf. Come quest’ultima, anche la city car ha diritto alla strumentazione digitale e ad un touch screen da 8 pollici. Basti dire che gli appassionati di alta tecnologia saranno in paradiso.

Leggi Anche...  Citroën C1 JCC+, caratteristiche serie speciale

Seat Ibiza

Seat Ibiza

Seat IbizaCredito fotografico – Autonews.fr

C’è stato un tempo in cui la Seat Ibiza si distingueva come alternativa per il resto conveniente alla Volkswagen Polo. Ma con la nuova generazione, la differenza di prezzo tra le due vetture è stata colmata. Allo stesso tempo, la spagnola ha notevolmente rivisto la sua dotazione in modo da essere quasi “geek” come suo cugino di Wolfsburg. Con poche eccezioni, tra cui l’Active Info Display, troviamo tutte le dotazioni viste sulla Polo. Il tutto sotto un corpo che vuole essere un po ‘più piacevole alla vista.

Ford Fiesta

Ford Fiesta

Ford FiestaCredito fotografico – Autonews.fr

Come la Polo e la Ibiza, l’attuale Ford Fiesta è uno degli ultimi arrivi nel segmento delle city car. E sul lato della city car con l’ovale, questo si traduce anche in una pletora di dotazioni: avviso di attraversamento della linea con mantenimento della corsia, assistenza al parcheggio con arresto di emergenza, monitoraggio degli angoli ciechi, telecamera di retromarcia della realtà aumentato e persino un touch screen che può raggiungere gli 8 pollici. Gli amanti dello sport ricorderanno anche l’arrivo di un tre cilindri sulla versione ST. Che gli danno 200 CV esentandolo da una sanzione ecologica.

Fonte dell’articolo

Leggi Anche...  Affidabilità: i principali problemi della Renault Kangoo
La prossima Peugeot 208 GTi sarà elettrica

L'elettrificazione è fuggita sulla corsia di sorpasso ed è ormai saldamente entrata nel normale corso degli eventi, il che significa Leggi di più...

10 fatti su Skoda Enyaq IV

Emozionale, efficiente, elettrizzante! Questo è ciò che dovrebbe essere la nuova ŠKODA ENYAQ iV.

Renault e il cinema, una storia ultracentenaria

 Fin dal suo esordio il marchio Renault ha avuto uno stretto legame con il mondo del cinema tant’è che nel Leggi di più...

Renault taglia 15 mila posti di lavoro

Dopo la Nissan, anche la Renault mette mano al proprio perimetro industriale per rimettere in carreggiata un bilancio da mesi Leggi di più...

Crisi Renault: risparmio di due miliardi con 15.000 lavoratori a casa

Ufficializzato il piano triennale (preliminare) della Casa francese per recuperare competitività. Non c’è chiarezza sul futuro di alcuni stabilimenti produttivi Leggi di più...

Alleanza Renault Nissan e Mitsubishi, piano anti crisi

La crisi Renault riguarda anche l’Alleanza con Nissan e Mitsubishi che negli ultimi anni è entrata in preoccupante depressione economica, Leggi di più...

Renault-Nissan-Mitsubishi – Presentata la nuova strategia globale: meno prodotti e stop alla crescita dei volumi

L'Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi ha approvato un nuovo modello organizzativo coerente con le linee guida indicate lo scorso gennaio. L'obiettivo delle tre Leggi di più...

Leggi Anche...

Peugeot 508 PSE: la sportiva da 360 CV e ibrida plug-in

Ecco l'anteprima della più potente Peugeot stradale della storia. Con i suoi 360 CV questa 508 PSE è davvero emozionante!

Il consumo reale delle city car e piccole a benzina

  Nella categoria piccola, il diesel non è più il benvenuto: se persiste ancora sotto …